I bambini vanno indirizzati fin da subito verso le buone abitudini d’igiene orale. Dai 2 ai 4 anni bisogna sviluppare in loro l’abitudine a lavarsi i denti regolarmente. La placca che si forma sui loro denti, proprio come negli adulti, può causare gli stessi danni.
I genitori dovrebbero prendersi il tempo per spazzolare correttamente i denti dei loro figli e abituarli crescendo a spazzolarsi correttamente da soli.
L’igiene parte già dai dentini da latte, che vanno puliti regolarmente, una corretta igiene orale, inizia allo spuntare dei primi dentini e contribuisce allo sviluppo corretto delle arcate dentarie. Nella fase iniziale della dentizione, generalmente fino ai 12 mesi, è sufficiente utilizzare una garza sterile imbevuta di acqua e passarla sui dentini, sulle gengive e sulla lingua, dopo la poppata, per eliminare dalla bocca i residui di latte che sono spesso responsabili della cosiddetta “carie da biberon” che interessa principalmente i denti frontali superiori ed inferiori.
Anche se può sembrare presto, una rilevante percentuale dei bambini fra i due e i tre anni ha già problemi di carie o infiammazioni gengivali pertanto prima ci si interessa della salute dentale del proprio figlio e più facilmente si riescono a prevenire ed evitare problemi in seguito. L’odontoiatra infantile potrà fornire tutte le informazioni riguardanti la corretta igiene orale, un’idonea alimentazione, l’uso del fluoro e la prevenzione dei traumi dentali. Se non è stato fatto già prima, almeno durante il primo anno di scuola materna è consigliabile che il bambino venga visitato da un odontoiatra infantile.